Elisabetta Borgia

Elisabetta Borgia

La dott.ssa Borgia è psicologa clinica e psicologa dello sport nonchè ex ciclista di livello internazionale. Laureata in scienze e tecniche psicologiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha proseguito con la laurea magistrale nella medesima Università in psicologia clinica ed interventi di comunità. Ha poi coltivato i suoi interessi legati alla psicologia applicata allo sport diplomandosi al corso di perfezionamento annuale in psicologia dello sport presso l’Università SUISM di Torino. Ora lavora come libera professionista in ambito sportivo ed è docente di psicologia dello sport del centro studi della Federazione Ciclistica Italiana (FCI). Diplomata esperta in preparazione fisica presso il CONI di Roma, continua il suo percorso di formazione per riuscire a fornire all’atleta un supporto a 360 gradi.

doping tecnologico

Il doping tecnologico

5/12/2017 | Elisabetta Borgia

Chi è colui che si dopa? È un debole, uno che ha bisogno di orpelli e trucchi. Una persona che ha talmente poca considerazione di sé che si ritiene incapace di raggiungere i suoi obiettivi senza l’”aiutino” medico o tecnologico dall’esterno. Queste sono persone che vanno aiutate e non solo criticate (anche se a volte viene automatico).

doping tecnologico

L'atleta 3.0.

1/9/2017 | Elisabetta Borgia

La figura dell'atleta (ciclista ma non solo) si è negli ultimi anni modificata in maniera radicale. Inizio così la mia riflessione riguardo a quanto sia diventato ancor più complesso ed energeticamente dispendioso il lavoro dello sportivo.

Il caso Aru: Seneca diceva 'Le difficoltà rafforzano la mente, così come il lavoro irrobustisce il corpo'

5/6/2017 | Elisabetta Borgia

L'infortunio che ha tenuto Aru lontano dal giro è una di quelle occasioni nelle quali la resilienza diventa lo strumento privilegiato per riuscire a tornare a galla dopo uno stop; sia esso per infortunio, ma non solo.

La tragedia che ha colpito Michele Scarponi deve farci riflettere.

8/5/2017 | Elisabetta Borgia

Il dato di realtà oggettivo è che muoiono circa 500 ciclisti all'anno, un numero esorbitante e terribilmente preoccupante, ma ridurre il tutto ad una lotta tra auto è un'eccessiva semplificazione. Deve essere fatto un ragionamento più ampio, più complesso. Proviamo a rifletterci insieme.

Psicologia dello Sport - parte 1

19/4/2017 | Elisabetta Borgia

Buongiorno cari amici di Bikevo. Il mio primo pezzo per questa rubrica nasce da una domanda, un interrogativo che mi è scaturito guardando i grandi professionisti cimentarsi nelle classiche monumento in queste settimane...

Gli autori

  • Sergio Migliorini

    Sergio Migliorini

  • Redazione

    Redazione

  • Gianluca Melegati

    Gianluca Melegati

  • Barbara Fedrigo

    Barbara Fedrigo

  • Fabio Vedana

    Fabio Vedana

  • Loris Perticarini

    Loris Perticarini

  • Davide Cassani

    Davide Cassani

  • Alessandro Ballan

    Alessandro Ballan

  • Niklas Quetri

    Niklas Quetri

  • Elisabetta Borgia

    Elisabetta Borgia

  • Tatiana Gaudimonte

    Tatiana Gaudimonte

  • Daniel Fontana

    Daniel Fontana

  • Andrea Gabba

    Andrea Gabba


    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato sulle novità del mondo Bikevo, su come migliorare il tuo modo di andare in bici ed il tuo allenamento.

    Ho letto e compreso ed accetto l'Informativa sulla Privacy