• Borraccia di un ciclista professionista su bicicletta pinarello

    SALUTE

    Speciale idratazione per la prevenzione del caldo-Parte 3

Redazione

Come mantenere una corretta idratazione nello sport di endurance e performance

Gestiamo correttamente l’idratazione.

Se è vero che in competizioni o allenamenti di durata inferiore ai 45 – 60 minuti è difficile andare incontro ad una condizione di disidratazione, per attività più lunghe è bene imparare a gestire al meglio la propria idratazione corporea. Risulta quindi evidente quanto sia determinante imparare ad idratarsi bene in uno sport come il ciclismo, nel quale le uscite di più ore consecutive sono praticamente la prassi per la maggior parte dei praticanti. Le fasi da gestire bene, adottando per ciascuna le opportune strategie, sono essenzialmente quattro: la quotidianità, la fase immediatamente precedente alla prestazione (che sia essa un allenamento o una gara), quella della prestazione stessa e quella del post-prestazione.

  1. Non trascurare la quotidianità

L’abitudine quotidiana corretta è quella di bere una quota di acqua pari circa ad un bicchiere (150 – 200 ml) ogni 30 minuti, così da coprire nell’arco della giornata quei canonici 1,5/2 litri di liquidi di cui il nostro organismo ha bisogno. Resta evidente, però, che un soggetto che pratica molta attività sportiva, può arrivare anche ad avere una maggiore necessità di liquidi nel corso della giornata. Non aspettare di avere sete per bere. Quando ne avvertirai lo stimolo significherà che il tuo corpo è già in ‘allarme acqua’.

  1. Prima di iniziare mettiti nelle migliori condizioni

Il tuo obiettivo, prima dell’esercizio, è quello di partire ben idratato e con un corretto bilancio elettrolitico. Per riuscirci assumi circa 500 ml di fluidi (soluzioni di acqua ed elettroliti) nelle tre ore precedenti l’esercizio. L’ideale sarebbe assumere altri 500 ml di fluidi nell’ora che precede l’impegno fisico.

  1. Idrata la tua fatica

La quota di liquidi ed elettroliti persi nel corso dello sforzo, varia molto in relazione alle condizioni climatiche e alle caratteristiche soggettive dell’atleta. Detto questo però, generalmente negli sport di lunga durata, si raccomanda l’assunzione ogni 15’- 20’ di 150/200 ml di liquidi. I più indicati sono quelli costituiti da una soluzione di acqua, zuccheri e sali minerali di osmolarità uguale (isotonica) o inferiore a quella del sangue (ipotonica).  

  1. Pareggia il bilancio a termine sforzo

Nelle ore successive allo sforzo (24-48h), dovrai fare attenzione a reintegrare prontamente i liquidi e gli elettroliti persi e ripristinare al meglio le scorte di glicogeno muscolare. Per fare questo assumi una bevanda ricca si carboidrati (preferendo le maltodestrine) e con presenza di sodio, potassio e magnesio. 

 

 

Condividi con:

  • Ciclista su strada durante una tappa della vuelta espana

    Infortunio del ginocchio nel ciclismo

    La posizione in bicicletta del ciclista deve rispettare le caratteristiche anatomiche dell’atleta, pena gravi infortuni al ginocchio.

  • Ciclista impegnato durante una granfondo

    Proteggersi con l’assicurazione per ciclisti dalla frattura della clavicola

    Grazie alla sottoscrizione dell’assicurazione per il ciclismo di Bikevo Gianfranco ha ricevuto in pochi giorni il rimborso per il suo infortunio

  • cesta di frutta e verdura

    Di meno o di più? Uomini e donne!

    Nell’ultimo articolo vi ho lasciato col dubbio di come si potesse perdere la pancia (e non solo) mangiando di più. Dopo un mese di trepida attesa sono certa che meritate che vi sveli l’arcano.

  • Alessandro Ballan sui rulli da allenamento indoor durante le riprese dei video allenamenti Bikevo

    Indoor training

    Segui un buon piano di allenamenti, fuggi la noia e migliora la tua condizione in sella anche in inverno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato sulle novità del mondo Bikevo, su come migliorare il tuo modo di andare in bici ed il tuo allenamento.

Ho letto e compreso ed accetto l'Informativa sulla Privacy