• SALUTE

    Questione di nervi

Sergio Migliorini

Tra le patologie più diffuse nel ciclismo ci sono le sindromi dolorose causate dall’intrappolamento di alcuni nervi. Vediamo le principali.

Gli infortuni nel ciclismo, sono molto spesso dovuti ai traumi da caduta; esistono però, seppur con una frequenza meno ridotta,  anche  altri problemi da sovraccarico. Si tratta di sindromi talvolta rare, che coinvolgono i nervi periferici e che possono non di poco condizionare la prestazione in allenamento e in gara. Si tratta di quelle fenomenologie dolorose derivanti dall’ intrappolamento di alcuni nervi, lungo il loro percorso periferico negli arti.

Le lesioni dei nervi periferici: si tratta di lesioni causate da compressioni e intrappolamenti che avvengono a carico di determinati distretti. In questi punti le particolari caratteristiche anatomiche del soggetto possono creare i presupposti per dei veri e propri ‘strozzamenti’ del nervo o per la sua reiterata esposizione a microtraumi che finiscono con il cronicizzare.

Normalmente queste nevriti periferiche si localizzano e manifestano a mani, piedi e bacino. La sede dell'intrappolamento è di solito un "canale" anatomico ristretto e delimitato da pareti rigide (ossa, legamenti, tendini).

Intrappolamento del nervo ulnare al polso

È una delle due più comuni patologie nervose nel ciclismo. Il nervo ulnare risulta intrappolato all’interno del canale di Guyon, nella parte interna e mediale del polso. Le lunghe uscite in bici, soprattutto su terreni sconnessi e con un errato posizionamento del soggetto in sella, possono portare alla  contusione, compressione o trazione del nervo ulnare.

Questa patologia dolorosa si manifesta soprattutto nelle ore notturne, con una progressiva perdita della sensibilità e sensazione di formicolii a carico del 4° e 5° dito della mano. Con il tempo questo comporta una perdita di trofismo dei muscoli dell’eminenza ipotenar nella parte interna della mano.

Intrappolamento del nervo mediano al polso

Si tratta di una sindrome meno diffusa della precedente e che interessa il nervo mediano nel punto di passaggio attraverso il tunnel carpale. Il tunnel carpale è un dotto che si forma in profondità tra le ossa del carpo e il legamento trasverso superficiale. In questo spazio passano i tendini dei flessori. Inizialmente il ciclista accusa disturbi sensitivi con dolori, parestesie e perdita di sensibilità a carico delle prime tre dita della mano. Con il tempo poi, questi disturbi di carattere motorio, finiscono con il portare inevitabilmente ad un’atrofia dei muscoli dell'eminenza tenar della mano, in particolare dell'abduttore del pollice.

Neuroma di Morton

Si tratta di una patologia del piede che interessa le terminazioni nervose dei nervi sensitivi che affiancano le ossa dei metatarsi e scendono fino alle falangi. Consiste sostanzialmente in una fibrosi che riguarda tutto il tessuto nervoso e che procura dolore. Il nervo interdigitale può essere compresso nel 3° e 4° spazio fra i metatarsi del piede. Nel ciclismo l'appiattimento che subisce la volta anteriore del piede contro la suola rigida della scarpa da ciclismo è il principale fattore scatenante. Spesso è sufficiente anche una scarpa troppo stretta sull'avampiede. La sintomatologia è abbastanza chiara; il dolore è localizzato all'avampiede e le parestesie possono irradiarsi alle dita e al dorso del piede. Si può avvertire una sorta di bruciore sulla pianta del piede e un formicolio soprattutto quando si calza la scarpa.

Compressione del nervo pudendo

Si tratta di una compressione meccanica che avviene nel punto di contatto tra la sella della bicicletta e la tuberosità ischiatica. La forma e la rigidità della sella possono portare a volte alla compressione di questo nervo. I problemi si manifestano gradualmente, ma con una diagnosi precoce il problema si risolve spontaneamente e in breve tempo. Se trascurati, questi disturbi del perineo possono peggiorare e irradiarsi fino a causare parestesie e insensibilità al pene, allo scroto, e alla parte mediale  della coscia. 

Condividi con:

  • Ciclista durante la preparazione invernale

    Preparazione invernale al ciclismo

    Prepararsi in inverno è di fondamentale importanza se si vuole iniziare a costruire la forma per la stagione. Utilizzare un metodo personalizzato permette di ottenere ottimi risultati.

  • Ciclista impegnato in salita

    Il piano di allenamento per il ciclismo

    Che cos'è un piano di allenamento per il ciclismo? Come è possibile capire se il tuo piano di allenamento è corretto. Come scegliere un buon piano di allenamento per il ciclismo.

  • Ciclisti che pedalano su fondo sconnesso

    Sai che tipo di ciclista sei?

    Comprendere la tipologia di ciclista a cui appartieni è importante per stabilire la tipologia di allenamento a cui dedicarsi.

  • in bici sulla neve

    Il Natale del ciclista: quelli che “Vorrei pedalare a Natale”

    In questo periodo dell’anno sembra proprio che l’unica forma di allenamento possibile sia quella della “corsa ai regali”. Sembra proprio di non poter sfuggire a questo tour de force.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato sulle novità del mondo Bikevo, su come migliorare il tuo modo di andare in bici ed il tuo allenamento.

Ho letto e compreso ed accetto l'Informativa sulla Privacy