L’interpretazione dei dati del ciclocomputer nel ciclismo (seconda parte)

La potenza meccanica, il lavoro meccanico, la Potenza Media, la Potenza Normalizzata (NP), la Potenza di soglia sostenibile, la Soglia Aerobica e anaerobica.

Abbiamo visto in un articolo precedente i parametri di base da monitorare con il nostro ciclocomputer e i rispettivi significati. I device più evoluti forniscono anche altri dati estremamente sofisticati ma anche di più complessa interpretazione.

Vediamoli nel dettaglio: 

La potenza è nulla senza controllo

Si tratta di un claim con cui Pirelli negli anni ’90 ha scritto un capitolo della storia dell’advertising, ma è anche una grande verità tecnica nella metodologia dell’allenamento. 

La potenza meccanica che ha come unità di misura il watt (W=J/S), indica precisamente la quantità di forza meccanica che stiamo applicando sul pedale. Si tratta quindi evidentemente di un inconfutabile parametro del carico esterno, che però nulla ci dice, se considerato da solo, di cosa stia succedendo al nostro organismo quanto a carico di lavoro interno. La potenza meccanica indica la capacità in quel dato momento di svolgere un particolare lavoro, ma non ci suggerisce in alcun modo per quanto tempo possiamo essere in grado di sopportarla a valore costante. 

Il lavoro meccanico (W) che si misura in Joule è il prodotto della potenza per il tempo impiegato per svilupparla (1joule per secondo). Questo è un dato assoluto e frutto di una proporzione matematica, che però non ci fornisce un’indicazione completa sulla reale quantità di lavoro metabolico cui il nostro corpo viene sottoposto. Il corpo infatti non è efficiente al 100% nel convertire metabolicamente i diversi substrati energetici in lavoro meccanico. Si stima circa che solo il 25% di energia ‘bruciata’ venga convertita effettivamente in lavoro meccanico. 

La Potenza Media (AP) indica la media matematica della potenza sostenuta nel tratto considerato e che può essere interpretato semplicemente come la qualità media dell’allenamento effettuato. 

La Potenza Normalizzata (NP) è un dato più preciso della sola potenza media, in quanto è calcolata ripulendo il parametro dai periodi nei quali durante l’allenamento si effettuino repentine accelerazioni e decelerazioni. Si tratta quindi del valore più accurato per quantificare lo sforzo sostenuto in termini di potenza. 

La Potenza di soglia sostenibile - bike Functional Threshold Power (bFTP) è un valore numerico che stima quanta potenza media il soggetto teoricamente può sostenere per un’ora di esercizio in bicicletta.

La Soglia Aerobica (AT2) indica il valore di potenza, velocità, frequenza cardiaca alla soglia aerobica che un soggetto può sostenere in presenza di una concentrazione di 2mMol di acido lattico nel sangue. Si tratta di un parametro non sempre così rigidamente interpretabile. 

La Soglia anaerobica (AT4) indica il valore di potenza, velocità, frequenza cardiaca alla soglia anaerobica, corrispondente convenzionalmente alla concentrazione di 4mMol di acido lattico nel sangue. 

LASCIA UN COMMENTO

Conosci il tuo coach virtuale

Registrati adesso e fai gratuitamente l'autotest per sapere che atleta sei

Registrati

Fatti allenare dal campione del mondo Alessandro Ballan

Registrati e scarica gratuitamente 3 video lezioni

Registrati